Scilla Lenzi

Biografia di Scilla Lenzi

Scilla Lenzi è nata a Livorno, nipote del M° Sirio Santucci, compositore livornese del '900 e autore dell'opera lirica 'Esmeralda'. Ha iniziato gli studi musicali di pianoforte all'età di sette anni. Si è esibita per la prima volta in pubblico all'età di dieci anni.

 

Formazione musicale

Nata a Livorno, nipote (nonno materno) del noto compositore livornese Sirio Santucci (1901-1959) si è diplomata giovanissima in Pianoforte presso l’Istituto Musicale Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni” di Livorno. Successivamente si è diplomata in Didattica della Musica presso il Conservatorio di Musica “G. Puccini” di La Spezia. Ha conseguito inoltre il Diploma Accademico di II Livello in Pianoforte con il massimo dei voti e lode ed il “Biennio di II livello – Didattica del Pianoforte” con il massimo dei voti e la lode, presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni” di Livorno.
Ha proseguito gli studi pianistici perfezionandosi con la Prof.ssa Muriel Chemin (allieva di Maria Tipo) e con i Maestri Paul Badura-Skoda, Andor Foldes, Paolo Bordoni, Daniel Rivera.

Ha frequentato i corsi dell’Accademia Chigiana di Siena sotto la guida del M° Paul Badura-Skoda.

Ha approfondito il repertorio di musica contemporanea perfezionandosi presso l’Accademia Internazionale della Musica Irmus–Istituto di Ricerca Musicale di Milano, dal 2007 al 2010 con il M° Renato Rivolta e la Prof.ssa Silva Costanzo. Durante il corso di musica contemporanea “Acanthes 2009” dell’Académie du Centre Acanthes di Metz (Francia) ha ottenuto due borse di studio.
 

 

Attività

Svolge attività concertistica in qualità di solista, con cantanti e strumentisti in varie formazioni.                                                                                                                                                                           
Ha tenuto numerosi concerti per stagioni concertistiche ed Associazioni tra le quali: Estate Fiesolana, Fondazione Festival Pucciniano di Torre Del Lago, CEL Teatro di Livorno, Premio Internazionale “Pietrasanta e la Versilia nel mondo”, “Wonders e Dream Women’s International Awards” al Teatro Nuovo di Milano, “Mozart e Milano”, Arsenale di Acanhtes a Metz (Francia), Musikschule Planneg-Krailling di Monaco di Baviera, Università Sant’Anna di Pisa, ArcheoClub Italia, Irmus Milano, “Effetto Venezia” di Livorno, “Musica sotto le stelle” di Livorno, Le Muse di Firenze, al Teatro Marcello per Il Tempietto di Roma, Croce Rossa Italiana, Fidapa di Livorno, Lions di Livorno, Conservatorio di La Spezia, Conservatorio di Mantova, Università di Mantova, Istituto Musicale “Pietro Mascagni” di Livorno, Istituto di Cultura Germanica di Bologna, “Amici della Musica” di Signa, Teatro Goldoni di Livorno, Teatro Goldonetta di Livorno, Teatro delle Commedie di Livorno, Teatro C di Livorno, Teatro del Sale di Firenze, Piano City Milano, Piano City Napoli.
Nel 2004 ha accompagnato al pianoforte Andrea Bocelli in occasione del concerto per il Congresso Mondiale “Pancreas Cancer”.
Per Rai Radio Tre Suite ha registrato in qualità di solista la trasmissione “La stanza della musica”  in qualità di solista con musiche di Scarlatti, Mozart, Chopin, Liszt e Gershwin, andata in onda il 22/08/03.                                                                                  
Per Rai Uno ha partecipato alla trasmissione “Il porto del cuore” condotta da Franco Di Mare nel marzo 2004, in qualità di pianista del trio “Les Femmes” con Alessandra Cavallini (clarinetto) e Natalia Valli (soprano).
Per Italia Uno ha partecipato alla trasmissione “Cultura moderna 2016-2017”, nella formazione pianoforte a quattro mani Duo Nuages.  
E’ stata esecutrice per la prima volta in Italia del brano “Un claro del tempo” di Kryzstof Wolek (Mantova 2009).               
Il suo interesse per repertori poco conosciuti l’ha indirizzata a riscoprire compositori livornesi dell’Ottocento e Novecento, tenendo numerosi concerti per far conoscere tale repertorio. Ha dedicato un’approfondita ricerca sulle compositrici donne del passato e attuali, tenendo lezioni-concerto. Si dedica inoltre allo studio del repertorio dedicato al fortepiano; suona sul fortepiano a tavolo firmato “John Broadwood & Sons/ Makers to his Majesty… Great Pultney Street..London” del 1825.
Particolarmente intensa è l’attività concertistica in formazione pianoforte a quattro mani: nel 2010 ha fondato il Duo Nuages con la pianista Cristina Donnini. Durante il recital inaugurale della Rassegna Concerti della domenica 2012 (Auditorium “Cesare Chiti” dell’Istituto AFAM “P. Mascagni” di Livorno) dedicato a Darius Milhaud, il Duo ha eseguito “Le Boeuf sur le toit” alla presenza del figlio del compositore, celebre pittore contemporaneo, che ha espresso il proprio sentito entusiasmo nei confronti delle due pianiste. Il Duo Nuages ha suscitato l’interesse di compositori italiani che hanno dedicato loro brani, parafrasi e progetti legati alle sperimentazioni musicali contemporanee.
Ha collaborato con varie Corali ed Orchestre di Livorno e Pisa.
Ha effettuato registrazioni per :
 Kicco Classic (C. Orff “Carmina Burana”; F. Cilea “Gloria”);  
PPG Land Editions “Ritmi dal Sud America” per pianoforte a quattro mani con Cristina Donnini.
 MAP Classic “…Finchè non sarà mattina” per pianoforte a quattro mani con Cristina Donnini.
Ha inciso inoltre il CD dedicato al Secondo Libro dei Preludi di C. Debussy e il CD “La stanza della musica” in qualità di pianista solista.
Il CD “Ritmi dal Sud America” è andato in onda su Rete Toscana Classica il 16/10/16.
Preludi - Claude Debussy - II Libro